GET INSPIRED: DECORARE CON IL COLOR BLOCKING

marzo 1, 2017

Che in questi anni sia tornato il decoro geometrico nell’arredamento è abbastanza evidente e risaputo. Siamo partiti con un ritorno prepotente delle cementine, delle maioliche e un utilizzo spropositato del termine “azulejos”, per poi dirigerci verso decorazioni geometriche sempre più semplici, riproposte su carta da parati così come su piastrella.

Pensiamo ad esempio alla serie Puzzle di Edward Barber & Jay Osgerby o a Tierras di Patricia Urquiola per Mutina, o ancora alla serie Tangram per Bardelli Ceramiche.

Le mode nascono sulle passerelle… Osservandole si capiscono i trend che arriveranno anche nell’arredamento. Tra la fine del 2015 e l’inizio del 2016 proprio sulle passerelle ci sono state le prime avvisaglie del cambiamento: dagli effetti sfumati si sta tornando (e non dico arrivando perché è un trend che con un movimento a pendolo si ripropone con cadenza quasi costante) al color blocking.

Ma cos’è il COLOR BLOCKING? Il color block è una tecnica di colorazione che ha avuto la sua massima espressione tra gli anni ’70 e ’80 e ha come obiettivo quello di proporre colori intensi, spesso abbinati a contrasto, applicati in settori geometrici dai confini ben netti. E infatti sulle passerelle quest’anno c’è stato un tripudio di colori con abiti in stile anni ’80!

Il trend di quest’anno riprende questo concetto, ma nell’interior siamo più cauti e lenti e il tutto viene quindi riproposto in una chiave più tenue e materica, abbinando colorazioni perlopiù pastello.

Il risultato di tutto questo? Pareti decorate con strutture geometriche (quadrate o triangolari) dalle divisioni nette. Potrete realizzarle con vernici, resine, piastrelle e carte da parati! Il risultato scenico è garantito e la casa cambierà completamente volto con un muro così protagonista.

Una parete è sufficiente. Il matrimonio sarà perfetto con arredamenti semplici e lineari, in stile nordico, e un pavimento in legno naturale. Io lo amo in particolare con grigi, bianchi e cipria, ma in una camera o in uno studio l’utilizzo di colori accesi è più che concesso! Verde, marrone e giallo senape, abbinati ai giusti arredi daranno quel tocco vintage che tanto amo e che non guasta mai!

You may also like

Leave a Comment