VACANZA AL SEEHOF DI NAZ | TRA NATURA E DESIGN

luglio 13, 2017

Per trovare luoghi meravigliosi non è sempre necessario voltare il proprio sguardo verso Paesi lontani… Spesso la bellezza è a un passo da noi. Sono da poco rientrata da una settimana di vacanze, e quest’anno ho deciso di rimanere in Italia, circondata dalla fresca brezza del Trentino-Alto Adige.

Certo noi in Italia abbiamo la fortuna del buon cibo e anche questa volta di certo non è mancato. Non sono mai stata così felice di aver optato per la pensione completa… Le cene gourmet dell’albergo in cui siamo stati ospitati sono state un trionfo di gusto, in cui la qualità dei prodotti, sapientemente cucinati da mani esperte, è emersa in ogni piatto. Delle vere e proprie opere d’arte che racchiudevano ogni volta un giusto mix di delicatezza e croccantezza per poi sprigionare tutto il loro sapore.

La continua pioggia che ha interrotto, proprio durante la nostra vacanza, un lungo periodo di caldo e siccità ha permesso a me e Natan di goderci giornate di totale relax viziati dalle tante bellezze del nostro albergo: il Seehof di Naz.

Immerso nei meleti poco sopra Bressanone, questo albergo è stato recentemente ristrutturato.

La nuova struttura di fronte all’albergo si affaccia su un bucolico laghetto naturale e una piscina riscaldata. L’architettura in legno e vetro non contrasta con la natura, al contrario la completa e si confonde in essa. Al suo interno è ospitata una spa da sogno!

 

Immaginate una musica soft che vi accompagna fin dall’ingresso nella spa, attraverso un lungo e ampio corridoio in piastrelle in gres grigio cemento e mosaico di pietra. Il corridoio non è creato da muri, bensì da tende di lino e cotone che si muovono leggere con la brezza che arriva dalle finestre di fronte. L’illuminazione soft data da lampadine vintage è a volte abbinata a portalampada ramati, altre da corde annodate e altre ancora da bellissimi cesti in vimini e rattan. Qua e là tappeti dalle fibre naturali attirano l’attenzione nella loro forma rotonda e decorata.

Si arriva poi alla zona piscina e all’area relax, dalla quale si può accedere alla parte dedicata alle saune, che affacciano sulle montagne e il laghetto circostanti, e al bagno turco.

Proprio in quest’area ho trovato il mio rifugio di pace: una zona relax in cui comode e ampie chaise-longues in tessuto grigio erano rese ancora più morbide da soffici cuscini con federe in lino bianco e bottoni di legno. Le vetrate qui guardano un minuscolo cortiletto interno in cui si erge imponente un albero i cui rami creavano con il sole dei suggestivi giochi di luce ed ombre.

La pulizia di questi ambienti, che ancora profumavano di nuovo, era tale da far sentire tutti a casa propria. E sicuramente il perfetto abbinamento di tessuti, colori e materiali, creava la giusta atmosfera di pace, relax e modernità soft, in un contesto nordico che ben si adatta alla logica del posto. Tutto questo è stato possibile non solo grazie all’intervento di professionisti e progettisti esperti, ma anche dei complementi d’arredo TinekHome, di cui mi riservo di parlarvi in uno dei prossimi articoli, presentandovi il nuovo catalogo A/W 2017: una meraviglia!

Per ricreare lo stile è sufficiente utilizzare colori neutri come il grigio tortora, il bianco, il panna e il beige e giocare su arredi dai materiali naturali, quali lino, cotone, rattan, vimini, legno, pietra e gres materici. A contrasto create punti di vista diversi con giochi di lampade di varie dimensioni e un tocco leggero vintage che non guasta mai. E ricordate i profumi: essenziali per lasciare ricordi piacevoli.

In questo modo la pace potrà essere assaporata ogni giorno a casa, perché ricordate, come ho letto su Marie Claire Maison dello scorso mese:

 

LA VITA E’ PROPRIO ADESSO. STARE NEL MOMENTO PRESENTE, SINOTNIZZATI SOLO SUL RESPIRO, SENZA NULLA DA FARE O DA RAGGIUNGERE, MA PIU’ VICINI ALLA GIOIA DENTRO DI NOI.

Paola Parravicini | minoop.com

You may also like

Leave a Comment